Un capolavoro architettonico inserito in un paesaggio spettacolare

Rivestimento delle colonne in lamiera forata per un effetto sorpresa

Per i collaboratori della Metall Ritten di Collalbo, in Alto Adige, la questione è chiara: "Le moderne strutture delle cantine vinicole sono capolavori architettonici che si inseriscono armoniosamente nel paesaggio" sostengono. "Testimoniano la consapevolezza dei viticoltori altoatesini che sono riusciti a raggiungere l'eccellenza a livello europeo. Per questo sono già oltre 40 le cantine degne di nota, ripensate in equilibrio tra architettura e natura. Progetti straordinari come questi richiedono l'intervento di partner coraggiosi e affidabili, ed ecco che entriamo in gioco noi. Siamo tutti carpentieri appassionati del proprio lavoro che realizzano e mettono in opera da poco più di un trentennio strutture e facciate di altissima qualità. In questo modo anche noi diventiamo parte della realizzazione di architetture sostenibili e senza tempo". I concetti fondamentali sono dunque racchiusi in queste due parole "sostenibilità" e "intramontabilità" Non c'è dunque da stupirsi se anche per la ristrutturazione della Cantina Tramin siano state utilizzate le lamiere forate di MEVACO.

Le colonne sorreggono, la lamiera forata risplende

Lo hanno confermato anche l'enologo Willi Stürz e il responsabile PR Günther Facchinelli della Cantina Tramin: "Il fatto che per la prima volta ad un vino bianco italiano siano stati assegnati 100 punti su 100 dal Robert Parker’s Wine Advocate, la più autorevole rivista internazionale di critica enologica, ci fa un immenso piacere. Il nostro Epokale Gewürztraminer è il primo vino italiano con il punteggio più alto che non proviene dalle classiche zone vinicole della Toscana o del Piemonte. Un successo straordinario che parla per lo sviluppo dell'intera regione vinicola dell'Alto Adige". L'enologo Willi Stürz ne spiega i motivi: "Poiché le nostre vigne si trovano in una zona alpina tra i 200 e gli 850 m sul livello del mare, si contano molte microzone climatiche con una diversa composizione del terreno. Sono proprio queste differenze del terroir che si fanno sentire nei nostri vini. Tutte queste caratteristiche straordinarie dovevano essere riconoscibili anche da un punto di vista architettonico". Insieme all'archistar Werner Tscholl è nato così un edificio che presenta una perfetta suddivisione delle funzioni: la parte inferiore ospita tutti i processi necessari per la viticoltura. Sopra, i visitatori godono di un ampio spazio, per potersi immergere nell'esperienza del vino circondati da montagne, vigne e dal lago. Colpiscono molto i cilindri a forma di vite per i quali MEVACO crea l'effetto sorpresa con le sue lamiere forate.

Lamiere forate lavorate perfettamente

Quello che ogni intenditore di vino sa, è che prima del piacere c'è il dovere. Questo si può dire anche dei lavori di ristrutturazione della Cantina Tramin. Gli artigiani hanno svolto compiti dall'elevato grado di difficoltà. "Solo con grande diligenza e professionalità è stato possibile portarli a termine in maniera ottimale e nel rispetto dei tempi prefissati" sottolinea Willi Stürz, responsabile del coordinamento dei lavori di ristrutturazione di tutta la cantina. "La collaborazione con la ditta Metall Ritten ha funzionato benissimo". E qui la parola passa agli specialisti del metallo: "Con il nostro lavoro, viviamo ogni giorno con questo materiale. I metalli possono essere combinati in una infinità di applicazioni e ispirano delle creazioni senza tempo. Con un partner come MEVACO, poi, tutto è possibile". Per il rivestimento delle colonne gli specialisti hanno scelto una lamiera forata in alluminio da 2 mm, con foro tondo R5 U15 e successiva verniciatura a polveri. In totale sono stati lavorati 300 metri quadrati di materiale. "Questa commessa ha comportato molto lavoro manuale" spiega l'artigiano altoatesino. "Soprattutto ai bordi, è importante eseguire il tutto con grande precisione. Una certa dedizione è fondamentale, perché questo lavoro manuale rimane sempre visibile e rappresenta dunque la qualità del nostro know-how".

La lamiera forata ha un impiego flessibile

Grandi competenze artigianali vengono richieste anche in cantina. Oltre al vitigno storico del Gewürztraminer si coltivano il Lagrein, il Pinot Nero, la Schiava, lo Chardonnay, il Pinot Grigio, il Pinot Bianco e il Sauvignon. Altrettanto varia è la composizione dei proprietari della Cooperativa. "A tutti viene richiesta grande flessibilità" conferma Günther Facchinelli. L'architettura dell'edificio e la lamiera forata MEVACO riflettono questa esigenza. Per questo qui alla Cantina Tramin si guarda con fiducia al futuro: "Continuiamo a sviluppare le nostre competenze in termini di sostenibilità per mantenere la fertilità dei terreni" conferma l'enologo Willi Stürz. "Con la strada che abbiamo intrapreso vogliamo ottenere il più alto riconoscimento internazionale per i nostri vini intensamente fruttati".

Stampa anteprima

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

Legga regolarmente le novità sui prodotti e i servizi MEVACO e scopra gli interessanti ed originali esempi di applicazione

  • rimanga aggiornato
  • scopra sempre nuovi ed interessanti esempi di applicazione
  • scopra per primo le promozioni imperdibili

Sì, voglio iscrivermi alla newsletter MEVACO e dichiaro di avere compiuto 16 anni. Riceverò a titolo gratuito tutte le newsletter MEVACO contenenti informazioni generali, approfondimenti e indicazioni su eventi, nonché informazioni sui prodotti e sui servizi di MEVACO. Potrò annullare la mia iscrizione in qualunque momento semplicemente cliccando sull’apposito link all’interno della newsletter.

Grazie per essersi registrato alla nostra newsletter. A breve riceverà una mail con il link di conferma