Azienda Catalogo Contatto
RITORNA ALL' ELENCO

Un gioiello in un quartiere che si veste di nuovo

IL SESTO DISTRETTO DI VIENNA SI E' ARRICCHITO DI UNA NUOVA ATTRAZIONE

Durante la ristrutturazione della casa sita nella Stumpergasse 60, nel sesto distretto di Vienna, si sono trovati a lavorare insieme due professionisti specializzati in soluzioni individuali: l'architetta Isa Stein dello studio di Arte e Architettura con sede a Vienna e a Linz e Andreas Jaeschke della ditta di costruzioni NILU di Vienna. "La buona architettura" sottolinea Isa Stein "ha a che fare con 'l'occuparsi di'. Poiché nessun luogo e nessuna richiesta si assomigliano, non esistono neanche delle procedure standard. L'architettura dà il meglio di sé quando sa offrire soluzioni, come in questo caso, durante la ricerca di un sistema ottimale di ombreggiamento". Andreas Jaeschke aggiunge: "I pannelli oscuranti in lamiera forata MEVACO in acciaio inox della Creativ Line andavano oltre le nostre normali prestazioni. Generalmente costruiamo capannoni oppure, in edifici come questo, ci occupiamo della realizzazione del soppalco, delle fondamenta e dei balconi, arrivando a lavorare anche 133 tonnellate di acciaio. Naturalmente sappiamo anche costruire una scala a chiocciola e realizziamo oggetti artistici per la città di Vienna. Cerchiamo sempre di fare tutto il possibile per offrire la soluzione migliore. Come in questo caso, quando ci è stato chiesto di risolvere il problema dell'ombreggiamento".

Un risanamento di fondo durato alcuni anni

L'edificio nella Stumpergasse 60, nel cuore di Vienna, è una di quelle case come amano i turisti: in stile architettonico storico con una generosa decorazione sulle superfici. La casa aveva però fatto il suo tempo e una ristrutturazione era inevitabile: iniziata nel 2013, si è conclusa due anni più tardi. "Nel corso dei lavori la casa venne smantellata internamente e i quattro piani subirono un risanamento generale. Ne sono stati ricavati appartamenti open space su due piani, grandi balconi, bagni moderni e cortili interni", spiega l'architetta Isa Stein. "All'edificio esistente abbiamo aggiunto una struttura del tetto non convenzionale". Questi lavori hanno impegnato molto Andreas Jaeschke della ditta NILU di Vienna e tutto il suo team. "Durante lo smantellamento abbiamo adottato le misure di rinforzo della costruzione, nella mansarda abbiamo lavorato 35 tonnellate di acciaio, abbiamo poi creato balconi sospesi e parapetti in vetro. Un giorno però arrivò una domanda inattesa: come facciamo a garantire un ombreggiamento ottimale?"

Condizioni atmosferiche come fattore decisivo

"Durante un progetto occorre naturalmente agire in termini di trasparenza e sostenibilità anche dal punto di vista dei costi" aggiunge Isa Stein. Le prime proposte di soluzioni frangisole si riferivano a stoffe stampate. Un'idea abbandonata, non appena si sono chiariti i costi. Nello stesso momento Isa Stein e Andreas Jaeschke si sono imbattuti online nella sezione Fascino del sito MEVACO. "Stavamo parlando proprio delle condizioni atmosferiche in città" ricorda l'artigiano "degli inverni rigidi, delle estati calde, del vento e della pioggia in autunno e in primavera. L'idea di lavorare con la lamiera forata ad un certo punto non era più così lontana". Andreas Jaeschke propose le lamiere forate di diversi fornitori, ma anche in questo caso fu decisiva la calcolatrice: "Il rapporto qualità-prezzo di MEVACO era imbattibile. Anche il servizio di consulenza e la collaborazione erano ai massimi livelli. Una condizione perfetta per noi, visto che avevamo già molto a cui pensare dal punto di vista della realizzazione tecnica".

Quando è necessaria una perfezione al millimetro

In tutto sono state utilizzate 78 lamiere forate MEVACO EVH30x70 in acciaio inox da 1,5 mm della Creativ Line. "All'inizio era una pura questione matematica" racconta Andreas Jaeschke. "Avevamo a disposizione tre misure di lamiere, quindi è stato necessario calcolare tutto precisamente. Da una parte ci servivano degli elementi oscuranti alti 4,30 metri e larghi 1,25 metri, dall'altra elementi che dovevano avere un'altezza esatta di 4 metri. Per raggiungere la misura abbiamo accoppiato rispettivamente due lamiere forate. Per rendere invisibili gli accostamenti, il bordo perimetrale doveva inserirsi perfettamente nell'altro. Con la stessa precisione abbiamo fatto combaciare i fori delle lamiere in contatto. Per riuscire in questo compito abbiamo fatto molte prove al computer e la consulenza di MEVACO è stata preziosa come l'oro!"

Meravigliosi giochi di luce rinvigoriscono gli spazi

"Naturalmente i pannelli scorrevoli in lamiera forata conferiscono all'edificio il voluto aspetto moderno" spiega Isa Stein. "Tuttavia sono gli inquilini a godere al massimo dei giochi di luce che si creano negli spazi subito dietro a questi elementi. L'effetto di luce e ombra rende piacevole anche la permanenza in bagno". L'artigiano aggiunge: "L'ultima cosa che gli inquilini e i vicini vogliono sono i fastidiosi rumori di porte e finestre che sbattono. In questo periodo soffia spesso un forte vento sulla strada. Poiché abbiamo fissato i pannelli scorrevoli su tubi in acciaio inox all'inizio abbiamo pensato a viti e rivetti, ma ci siamo allontanati subito da questa ipotesi nel momento in cui abbiamo affrontato la tematica del vento. Questa soluzione non avrebbe mai portato ad un risultato ottimale. Abbiamo così deciso di saldare a punti le lamiere sui tubi e di incollarle. Gli inquilini e i vicini possono così dormire sonni tranquilli: qui non c'è niente che può sbattere!"

Un quartiere in pieno fermento

Sebbene una ristrutturazione di questa portata sia molto impegnativa da gestire, alla fine è andato tutto bene. "Il sesto distretto attorno alla Stumpergasse è in pieno fermento" sostiene Isa Stein. "Questo è legato alla vicina Stazione Ovest, una delle stazioni dei treni più belle dell'Austria e al suo centro commerciale sotterraneo BahnhofCity Wien West, così come alla rinnovata Mariahilferstraße proprio dietro l'angolo". Nel quartiere nascono locali di tendenza e negozi alla moda che, insieme alla attuale scena artistica della città, attirano le giovani famiglie. "In questo contesto la facciata dell'edificio risanato con i suoi pannelli scorrevoli in lamiera forata non passa inosservata" dice Isa Stein. "Non c'è da stupirsi che abbiamo ricevuto da ogni angolo commenti positivi".