RITORNA ALL' ELENCO

Triplo vantaggio con la facciata in lamiera stirata

Tutti i plus di protezione sotto lo stesso tetto

Una facciata in lamiera forata assicura tre vantaggi fondamentali: innanzi tutto una buona ventilazione, poi protezione dalle intemperie e terzo un'elevata stabilità. Questa soluzione è stata usata per uno stabile ecologico che ospita dei seminari e che, grazie a MEVACO, ha reso la località di Arnsgrün un po' più colorata.

Chi è pronto per una facciata con lamiera stirata?

“Essere aperti a nuove idee”: può essere riassunta in questo slogan l’architettura di Alfred Görstner, il quale, oltre allo studio presso l’Università Bauhaus di Weimar, ha ottenuto il titolo di ingegnere specializzato nella tutela dei monumenti, per poi aggiungere alla sua formazione anche un master in Membran Structures. Appare dunque normale che le caratteristiche positive della lamiera stirata MEVACO non siano passate inosservate a un uomo tanto preparato. Nel suo stabile che ospita corsi e seminari ad Arnsgrün, ha utilizzato la maglia a rombo 110x52x24, in alluminio, per la struttura portante in legno, seguendo criteri ecologici. Ha così sfruttato subito i tre vantaggi della lamiera stirata MEVACO: poiché un rivestimento di protezione doveva garantire il passaggio di aria, questa soluzione si è rilevata perfetta. L’infiltrazione d’acqua veniva, inoltre, esclusa dagli avanzamenti rivolti verso il basso e, infine, la lamiera stirata si dimostrava stabile e resistente al vento incassandola in una cornice leggera.

Bitte entsprechenden Text-Teil aus Zeile 332 (Copy Lang) hier einkopieren.“Inizialmente abbiamo acquistato un piccolo negozio dismesso – ai tempi della DDR lo chiamavano ´Konsum` – nel centro di Arnsgrün”, ricorda Alfred Görstner. “Da noi, nel Vogtländischer Oberland, questo tipo di negozi nel frattempo è diventato un bene raro, per questo non volevamo lasciarcelo scappare. Poi, però, tutto faceva propendere per l’ampliamento dell’edificio: volevamo creare una guest house con aule di studio che potesse inserirsi in maniera armonica nel nostro paesino e che portasse all’esterno il nostro pensiero creativo”.

Struttura portante in legno dal concetto ecologico con facciata di lamiera stirata

Un compito non semplice, quello che Kathrin Liesch, la sua partner, ha affidato all’architetto. Solo la statica del corpo centrale esistente richiedeva una soluzione individuale. “Dopo averla risanata e, in parte, rinforzata, abbiamo collocato sopra un tetto di cemento armato rialzato di sei metri in direzione dello stagno. Sopra vi abbiamo costruito una struttura portante in legno secondo criteri ecologici. Questo, a sua volta, necessitava di un rivestimento di protezione”. E’ stato questo il momento in cui è entrata in gioco la lamiera stirata MEVACO a rombo 110x52x24, in alluminio.

La lamiera stirata come rivestimento protettivo ventilato

“Avevo già utilizzato lamiera stirata per lavori precedenti” spiega Alfred Görstner, “e anche in quei casi si è rivelato il materiale ideale. Da una parte, un rivestimento richiede ventilazione. La lamiera stirata ha il vantaggio che, oltre alla ventilazione diretta sulla superficie, permette altri passaggi d’aria. In questo modo la struttura sottostante è sempre ventilata che, anche da un punto di vista costruttivo, è molto positivo. Inoltre, è esclusa la penetrazione di acqua all’interno, poiché gli avanzamenti sono rivolti verso il basso. Dall’altra parte, c’è un ulteriore vantaggio: se si correda la lamiera stirata con una cornice leggera, questa diventa stabile e resistente alle inflessioni. Ad ogni modo, consiglio ai miei colleghi architetti di avvalersi di un carpentiere con esperienza, perché la lavorazione deve essere estremamente precisa, al fine di combinare cornice e geometria delle fughe.

Con consapevolezza: nuove idee per la facciata in lamiera stirata

Alfred Görstner sorride compiaciuto e svela un piccolo trucco: “Affinché il metallo non vada direttamente a contatto con le pareti, abbiamo inserito della gomma dura proveniente dalla produzione dei nastri trasportatori. “Come detto, bisogna essere aperti alle nuove idee. Questo principio ci ha accompagnati anche nella scelta dei colori. Anche in questo caso, infatti, MEVACO ha aperto tutte le possibilità all’architetto. “Abbiamo verniciato la lamiera in un rosso terracotta. Questo tocco di modernità è stato accolto inizialmente con una certa sorpresa dagli abitanti, ma alla fine erano tutti contenti del risultato”. Naturalmente anche dell’apertura del negozio che approvvigiona il paese e la regione con marmellate e gelatine fatte in casa, oggetti in feltro e articoli cuciti a mano, souvenir in legno e terracotta, nonché dei tanti ospiti dei seminari che vengono regolarmente ad Arnsgrün.

La lamiera stirata MEVACO diventa un riferimento per orientarsi

“Poiché le mie idee hanno origine nella pittura e confluiscono nell’architettura” racconta Alfred Görstner, “offro anche corsi di pittura”. Vengono, inoltre, proposti corsi per imparare a filare e a lavorare con il feltro e, di tanto in tanto, ci si può rilassare con un po’ di yoga. Gli ospiti si sentono a loro agio in queste stanze dal carattere personale e per festeggiare c’è tutto lo spazio che serve. “Riusciamo ad ospitare comodamente fino a 45 persone” ride Alfred Görstner. “Alla domanda su come raggiungere la guest house di Arnsgrün, la risposta è sempre la stessa: è la casa di legno rivestita con una bella lamiera stirata”.

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

Legga regolarmente le novità sui prodotti e i servizi MEVACO e scopra gli interessanti ed originali esempi di applicazione

  • rimanga aggiornato
  • scopra sempre nuovi ed interessanti esempi di applicazione
  • scopra per primo le promozioni imperdibili

Grazie per essersi registrato alla nostra newsletter. A breve riceverà una mail con il link di conferma