Azienda Catalogo Contatto
RITORNA ALL' ELENCO

Sicura e resistente alle intemperie come una fortezza

Una ringhiera realizzata con reti ondulate in acciaio

Le lunghe camminate non sono cosa per tutti. Una scala è sicuramente la scelta migliore. Soprattutto se i pannelli delle ringhiere sono realizzati con reti ondulate MEVACO che contrastano vento e tempo e portano i visitatori sicuri alla meta. Una scala in ferro con reti ondulate in acciaio è qualcosa di particolare anche dal punto di vista estetico. Sicurezza e bellezza allo stesso tempo.

Sicuramente una scorciatoia ben riuscita

Vivere in un castello è un sogno che solo poche persone possono realizzare. Tuttavia, cosa succede se il maniero, come nel caso di Villa Ottone, è raggiungibile solo a piedi, dopo una camminata di 45 minuti? Meglio di tutto è rivolgersi alla ditta altoatesina Schwärzer di Gais. Con un’audace scala, nella quale ha trovato utilizzo la rete ondulata non trattata maglia 52x52 con filo dello spessore di 5 mm e profili sempre in acciaio al carbonio WE 40x40, con 9,6 mm di larghezza fessura, l’azienda ha assicurato un accesso diretto al castello.

Da quasi 1000 anni il castello di Villa Ottone troneggia sulle pendici di una roccia scoscesa su due lati vicino al paese altoatesino di Gais. Oltre a muro di cinta, palazzo, cappella e mastio, l’edificio presenta un altro elemento tipico dei castelli dell’epoca: era molto difficile da raggiungere, e questo fino a buona parte del 21° secolo! Ci volevano 45 minuti a piedi per raggiungere il castello, che aveva ospitato personalità di spicco, come il menestrello Oswald von Wolkenstein.

Una scala in ferro con reti ondulate

Quello che non poteva essere trasportato lungo questa strada, doveva essere issato in alto con un verricello. Dal 2006 le cose sono cambiate: l’azienda di fabbri e carpentieri metallici Schwärzer di Gais ha progettato e costruito una scala di ferro sulla cui ringhiera sono state montate reti ondulate non trattate MEVACO maglia 52x52 in acciaio al carbonio con un filo di spessore 5 mm. Profili sempre in acciaio al carbonio WE 40x40 con larghezza di fessura di 9,6 mm sostengono la rete ondulata.

11 generazioni di esperienza

“Ci sappiamo fare con gli edifici storici”, racconta Priska Schwärzer. “Non solo perché in Alto Adige ci sono circa 800 castelli, ma anche perché vantiamo un’esperienza davvero invidiabile. La nostra carpenteria metallica è di proprietà della famiglia da ben 11 generazioni.” Anche nella realizzazione della scala di Villa Ottone Priska Schwärzer ha fatto tesoro di questo know-how. “La salita molto ripida è stata una grande sfida per noi, poiché la scalinata doveva poggiare sulla nuda roccia. Per poterla montare, i nostri collaboratori hanno dovuto calarsi dall’alto.”

Uso permesso con ogni condizione atmosferica

È evidente che in un’impresa di questo tipo si sia posta molta attenzione alla sicurezza. “E così abbiamo optato per le reti ondulate di MEVACO”, spiega Priska Schwärzer. “La rete è stata utilizzata come ringhiera. Il cliente ha espresso il desiderio di avere una struttura leggera quasi oscillante, che si adattasse sul piano visivo alle mura storiche. Nel contempo la scala e la ringhiera dovevano resistere al vento e alle intemperie e naturalmente rispettare tutte le disposizioni di sicurezza. Dopo qualche tempo abbiamo trovato le reti ondulate MEVACO WG 52x52. La variante in acciaio con spessore del filo di 5 mm è il materiale ottimale. Adesso la ringhiera si integra alla perfezione con le griglie saldate, che costituiscono i gradini della scala.” In questo modo gli abitanti possono raggiungere in pochi minuti il castello, in modo comodo e sicuro. “La pendenza della scala è uniforme”, dice Priska Schwärzer. “Ed è utilizzabile in ogni condizione climatica. Anche in inverno con la neve, o in autunno, quando cadono le foglie.” Di certo anche al menestrello Oswald von Wolkenstein sarebbe piaciuta. Purtroppo all’epoca le reti stirate di MEVACO non c’erano ancora. Motivo di soddisfazione in più per i proprietari del castello.